Egitto: missili prodotti da consorzio europeo per armare il regime di al-Sisi

Lanciamissili

di Antonio Mazzeo

Una cinquantina di micidiali missili da crociera a lungo raggio SCALP, prodotti dal consorzio industriale europeo MBDA, sono stati acquistati segretamente dal regime di Al-Sisi e sono stati testati a bordo dei cacciabombardieri “Rafale” egiziani nel corso di una recente esercitazione con le forze armate francesi. Lo ha reso noto la rivista specializzata Janes pubblicando le immagini di un video realizzato dal Ministero della difesa dell’Egitto in cui si vedono alcuni missili SCALP mentre vengono montati a bordo di un velivolo Rafale all’interno di un hangar della base aerea di Gebel el-Basur, utilizzata in occasione dell’esercitazione franco-egiziana.

I nuovi missili da crociera del consorzio MBDA (controllato dai colossi del complesso militare-industriale Airbus Group, BAE Systems e Leonardo-Finmeccanica) sarebbero stati esportati in Egitto nell’autunno 2020. La loro piena operatività con i 24 cacciabombardieri “Rafale” acquistati in Francia è stata confermata dalle autorità militari egiziane al sito specializzato sudafricano Defenceweb.

Il trasferimento di questa sofisticatissimo sistema di guerra al regime nord-africano è stato particolarmente travagliato per il consorzio MBDA. Gli SCALP erano stati ordinati nel 2015 congiuntamente ai 24 cacciabombardieri “Rafale” ma Washington aveva posto il proprio veto all’export da parte del governo francese, in quanto i missili utilizzavano tecnologie progettate e prodotte in parte in America. Per aggirare l’opposizione USA, il ministro della Difesa francese Florence Parly aveva chiesto a MBDA di utilizzare componenti di produzione europea.

Continua in:

http://antoniomazzeoblog.blogspot.com/2021/02/egitto-missili-prodotti-da-consorzio.html

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento