Giornata della Memoria: promosse dall’Amministrazione comunale iniziative online rivolte agli studenti e al mondo giovanile

Memoria

Oggi, in occasione della ricorrenza della liberazione del campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau del 27 gennaio 1945, riconosciuta come “Giornata della Memoria”, l’Amministrazione comunale nonostante il particolare momento di emergenza sanitaria ha promosso alcune iniziative che si terranno, come nel resto del Paese, in forma virtuale e online. In particolare, gli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili e alla Pubblica Istruzione e alle Pari Opportunità hanno rivolto un invito agli studenti e al mondo giovanile a riflettere e a non dimenticare. A tal fine, i dirigenti scolastici sono stati invitati a dedicare insieme ai docenti la prima ora di lezione alla sensibilizzazione degli studenti, al fine di contribuire ad una formazione per i giovani a non dimenticare la sofferenza di allora, per sapere scegliere oggi, di evitare le nuove sofferenze ad altri popoli e ad altre persone, in qualsiasi parte del mondo.

È stato inoltre realizzato un video dal titolo “L’Umanità Negata – Le Leggi Razziali Italiane del ‘38” che sarà possibile seguire sul canale youtube e sulla pagina facebook del Comune di Messina.
“La Giornata – hanno evidenziato gli Assessori Enzo Caruso e Laura Tringali – rappresenta contemporaneamente una dedica alle vittime della Shoah e una doverosa lezione per le giovani generazioni sull’importanza dei diritti umani e civili, negati dalle leggi razziali, affinché sia impossibile rassegnarsi all’orrore e all’offesa della dignità umana. È fondamentale riflettere sul valore e sull’importanza della memoria non solo perché ciò che è stato non si ripeta, ma anche e soprattutto perché resti custodito nel tempo il ricordo di una tragedia insanabile che continua ad offendere qualsiasi essere umano. Non dimenticare è un dovere morale, i valori della fratellanza, della solidarietà e della tolleranza sono oltre che valori di civiltà e umanità senza frontiere di luogo e di tempo, costituiscono le fondamenta su cui poggia la Carta costituzionale. La memoria va difesa ogni giorno con le nostre azioni, per allontanare i rischi delle persecuzioni di ogni tipo e affermare con convinzione il valore e l’importanza dei diritti umani e civili, dell’educazione alla pace, al rispetto della diversità e della dignità di ogni individuo”.

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento