GIORNATA DELLA MEMORIA: 180 MILIONI DI MORTI IN 500 ANNI, ECCO IL BILANCIO DEL GENOCIDIO DEGLI INDIOS

180 milioni di nativi morirono a causa dei colonizzatori, come conseguenza delle guerre di conquista e delle malattie contro cui i popoli nativi non avevano alcuna difesa immunitaria

Indios

(AJ-Com.Net) – ROMA, 17 GEN 2021 – Centottanta milioni di nativi morirono a causa dei colonizzatori, come conseguenza delle guerre di conquista, per la perdita del loro habitat, per il cambio forzato del loro stile di vita ed a causa delle malattie contro cui i popoli nativi non avevano alcuna difesa immunitaria.

La Casa Dinastica del Rio de la Plata (https://www.virreinatodelriodelaplata.org/) lancia un allarme sulla vulnerabilità delle Popolazioni Indigene e propone una Giornata della Memoria 2021 dedicata alla storia tragica dei nativi americani.

Il 27 gennaio del 1945 finì ufficialmente il più grande omicidio di massa della storia. «Ma non è questo l’unico olocausto. Accanto al dramma della Shoah esistono altri massacri di cui nessuno parla, drammi come quello degli Indiani d’America, che portò allo sterminio di gran parte delle Etnie Indie» puntualizza Viola Lala, press officer della World Organization for International Relations (https://www.woirnet.org/).

«Il genocidio degli indiani —prosegue Viola Lala— venne inoltre accompagnato dalla tratta degli schiavi che venivano costretti a lavorare nelle terre dove prima vivevano i nativi: una macabra “Geografia dello Sterminio e della Schiavitù” sostenne la nascente industria occidentale». (AJ-Com.Net)

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento