Corno d’Africa. Gli Stati Uniti mostrano i muscoli e schierano un’agguerritissima forza navale

Aereo

di Antonio Mazzeo

Il Pentagono schiera una forza aeronavale di pronto intervento in Corno d’Africa. US Africom, il Comando militare per le operazioni USA nel continente africano, ha comunicato lo schieramento di fronte le coste della Somalia di un’imponente task force nell’ambito dell’operazione denominata Octave Quartz che ha preso il via qualche settimana fa, dopo che l’amministrazione Trump ha annunciato la riduzione del numero dei militari USA schierati in territorio somalo. “Lo scopo della missione Octave Quatz è quello di riposizionare le unità statunitensi presenti in Somalia in altre località dell’Africa orientale mentre vengono mantenuti la pressione contro i gruppi estremisti violenti e il sostegno alle forze armate dei paesi alleati”, spiega US Africom.

La componente aeronavale è costituita dal Makin Island Amphibious Ready Group, il gruppo anfibio di pronto intervento guidato dalla nave d’assalto USS Makin Island (28.000 tonnellate per una lunghezza di 258 metri e un ponte per le operazioni di volo dei cacciabombardieri F-35B Lightning II e AV-8B Harrier e dei convertiplano MC-22B Osprey) e di cui fanno parte pure le unità da trasporto USS San Diego e USS Somerset con a bordo gli uomini della 15th Marine Expeditionary Unit del Corpo dei Marines.

Continua in:

http://antoniomazzeoblog.blogspot.com/2020/12/corno-dafrica-gli-stati-uniti-mostrano.html

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento