Omo-bi-transfobia e misoginia: quanto conosciamo questi fenomeni? E quanto invece il disegno di legge Zan?

Amnesty Interational

Il ddl Zan, approvato alla Camera il 4 novembre, riguarda l’estensione della punibilità già prevista dagli artt. 604 bis e 604 ter c.p., per le condotte di commissione di atti discriminatori o istigazione alla commissione di atti discriminatori per motivi razziali, etnici, nazionali e religiosi, anche alle medesime condotte per motivi di genere, sesso, identità sessuale e orientamento sessuale. L’approvazione del disegno di legge permetterebbe non solo di dotare la magistratura di norme adeguate, e le vittime di una tutela legale dei loro diritti, ma anche di far avanzare sensibilmente il dibattito sulla piena cittadinanza di tutte le persone, e di porre fine a una grave forma di discriminazione in palese contrasto con il dettato della Costituzione.

Per conoscere meglio e approfondire il disegno di legge ti invitiamo a partecipare al webinar di martedì 15 dicembre, a partire dalle ore 18.30, di martedì 15 dicembre, a partire dalle ore 18.30, che si terrà insieme a Matteo Mammini, avvocato di Rete Lenford, a Priscilla Robledo del movimento I Sentinelli di Milano e all’attivista Lucas, che, in veste di testimone dell’incontro, ci racconterà la sua storia di transessualità.
È stato invitato a partecipare anche l’On. Alessandro Zan.

ISCRIVITI AL WEBINAR DEL 15 DICEMBRE

Dopo esserti iscritto, il giorno dell’incontro, riceverai un’email con tutte le informazioni per collegarti e partecipare. Per qualsiasi dubbio, scrivici ad action@amnesty.it

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento