Cgil: “Non mi fermo, ma protesto”

Questo lo slogan del grande sciopero nazionale indetto da FP CGIL, CISL FP e UIL FPL finalizzato all’innovazione della PA

Massiccia l’adesione anche in riva allo Stretto, dove i lavoratori sono scesi in piazza per dire sì all’innovazione della Pubblica Amministrazione

Cgil-Fp Messina

Grande adesione anche in riva allo stretto in occasione della Giornata di Sciopero indetta da Fp CGIL, CISL FP, UIL FPL, per il Rinnovo della Pubblica amministrazione. I lavoratori hanno incrociato le braccia per rivendicare i diritti legati non solo al rinnovo contrattuale, ma soprattutto per lottare e combattere affinchè tutti i cittadini possano usufruire di servizi efficaci ed efficienti all’interno della Pa. «Sono stati tanti i dipendenti della pubblica amministrazione – ha affermato il segretario della FP CGIL di Messina, Francesco fucile – che pur non potendo scendere fisicamente in piazza hanno sostenuto e sostengono tutte le ragioni di uno sciopero che in tanti hanno fatto il possibile per boicottare, facendolo apparire come inutile e inopportuno rispetto al momento storico che stiamo affrontando. Chi oggi ha scelto di noN recarsi a lavoro, lo ha fatto per condividere le ragioni di una lotta che si ritiene giusta, le cui motivazioni trovano forza nella necessità di rendere moderna la nostra PA dare nuove opportunità di occupazione a tanti lavoratori ancora precari e a tanti giovani a cui bisogna dare risposte in termini di futuro’»

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento