INCONTRO PER IL NO AL TAGLIO DEI PARLAMENTARI

ANPI MESSINA: No al taglio del Parlamento

Sabato 12 settembre a Capo d’Orlando a partire dalle 18,30 in piazza Matteotti (o presso la Biblioteca comunale di via del Fanciullo, in caso di pioggia), i promotori del locale comitato per il No al taglio dei parlamentari hanno incontrato la cittadinanza, in vista del referendum del 20 e 21 settembre. Sono intervenuti i docenti universitari Andrea Piraino, costituzionalista nonché ex assessore regionale, ed Antonio Matasso, storico del diritto e  responsabile provinciale dei Comitati “C’è chi dice no” promossi dal Partito Radicale. Secondo gli organizzatori, «il taglio dei parlamentari, oltre a non rappresentare alcun risparmio concreto e ad indebolire ulteriormente il Parlamento, danneggerà soprattutto le regioni meridionali, che peseranno sempre meno nelle istituzioni, a tutto beneficio del Nord. A titolo di esempio, la Calabria, con il doppio della popolazione, avrà gli stessi parlamentari del Trentino-Alto Adige. Senza contare che una serie di territori periferici del Mezzogiorno, come i Nebrodi, non eleggeranno mai più alcun rappresentante». Per sostenere il Comitato per il No della provincia di Messina, aperto alle adesioni di tutti i cittadini che abbiamo a cuore i problemi della democrazia e della rappresentanza, è sufficiente scrivere all’e-mail messina@noreferendum.it oppure telefonare allo 090 8969370. Per i promotori, «è importante respingere un’iniziativa rozza, demagogica e populista, che non colpisce i costi della politica ma i processi democratico-rappresentativi. È forse migliore una democrazia con meno eletti?» La campagna referendaria in provincia era stata aperta nei giorni scorsi a Naso, attraverso un incontro presso il Teatro Alfieri, promosso dallo studente universitario Carlo Fazio, responsabile del locale comitato per il No.

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento