A CENTO ANNI DALL’ASSASSINIO DI ORCEL

L’ANPI Palermo è con la FIOM, è con Francesco Foti segretario della FIOM di Palermo Giovanni Orcel che con grande senso della Storia ha ricordato che ieri ricorreva il centenario della storica occupazione del cantiere navale di Palermo. La fecero “contro i licenziamenti, le gabbie salariali e il caro vita”. Occupazione che “rimane un esempio e un punto di riferimento per i lavoratori e per il sindacato. Cartina di tornasole della maturità dei lavoratori palermitani e siciliani”.

E’ questo della FIOM un importante recupero della memoria e della Storia. Siamo nel 1920, siamo verso la fine del biennio rosso caratterizzato da tante violenze fasciste e che si concluderà con la tragedia del ventennio fascista. E’ il ricordo di un significativo  momento di Resistenza degli operai del cantiere navale di Palermo che si ribellavano contro la violenza fascista. Erano i figli e nipoti degli eroi dei fasci siciliani, il più grande movimento di lavoratori in Europa dopo La Comune di Parigi. Proprio Orcel è fra i giovani che manifestano alla lettura della sentenza che condanna il gruppo dirigente dei fasci siciliani in via del Parlamento nel 1894.

Proprio nel gennaio del 1920 era stato ucciso Nicola Alongi, grande dirigente delle lotte contadine dopo Bernardino Verro ucciso dalla mafia fascista nel 1916.  Proprio 15 giorni dopo la fine dell’occupazione del cantiere navale i fascisti uccidono il segretario della FIOM Giovanni Orcel il 14 ottobre 1920 a Palermo in corso Vittorio Emanuele.

Sono gli anni in cui in Sicilia già operava nelle forze dell’ordine Messana, fascista, che alla fine della seconda guerra mondiale, nonostante fosse nella lista dei criminali di guerra, viene nominato Ispettore generale capo della Polizia in Sicilia.

Angelo FICARRA presidente vicario Anpi Palermo

Francesco FOTI segretario della FIOM di Palermo Giovanni Orcel

4 settembre 1920 . Oggi ricorre il centenario della storica occupazione del cantiere navale di Palermo che gli operai , guidati dal segretario della FIOM di Palermo Giovanni Orcel fecero contro i licenziamenti , le gabbie salariali e il caro vita. Orcel , ancora oggi , rimane un esempio e un punto di riferimento per i lavoratori e per il sindacato.

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento