MESSINA SI RACCONTA

Dopo il forzato isolamento vogliamo uscire ed esplorare luoghi consueti ma che non ci “parlano”? L’idea è quella di dedicare del tempo alla nostra città passeggiando per le consuete strade ma con una guida d’eccezione, una STORICA DELL’ARTE e GUIDA TURISTICA ABILITATA, che ci farà appassionare ed inforcare quegli occhiali necessari a leggere, attraverso le numerose stratificazioni immerse ormai in contesti fuorvianti, la nostra città, la sua storia, i suoi monumenti, la sua società multietnica e la sua vocazione commerciale.

Vi farò da guida e faremo in modo di districare i fili che dalla città fondata dai greci 2700 anni fa arrivano fino alla “città nuova” ricostruita dopo il 1908, ultima tappa di un viaggio attraverso il tempo. Le passeggiate risulteranno così piene di piacevoli sorprese.

Le visite alla  “città che si racconta” saranno organizzate il sabato pomeriggio e la domenica mattina con un massimo di 30 partecipanti e un minimo di 10.

 

IL PORTALEGNA E L’ARCIPESCHIERI

 

Il nuovo percorso è studiato per chi vuole conoscere uno dei torrenti storici della nostra città e la brulicante vita che intorno ad esso si è sviluppata.

Portalegna è originariamente l’antico nome della contrada che insiste sul medio tratto della via Tommaso Cannizzaro. Il toponimo, da cui origina il nome della fiumara (poi coperta col tracciato della Via T. Cannizzaro), deriva dalla presenza di una porta nella cinta muraria per la quale veniva esercitato il diritto di fare legna sulla collinetta di Monticello. Mentre il toponimo della Contrada Arcipeschieri, che si estende da Torre Vittoria al tratto alto di via Felice Bisazza fino all’Orto Botanico, deriva probabilmente dalla storpiatura del termine dialettale fischìa o frischìa, a ricordo di un grande lavatoio. Il percorso sarà piuttosto breve ma non mancheranno sapidi racconti sulla storia recente e passata, sulle feste o sulle tradizioni del quartiere. Si partirà da Palazzo Piacentini, sede del tribunale, si costeggerà quindi il Bastione Santa Barbara, la Chiesa della Mercede, la Galleria Santa Marta, i villini Drago, con cenni sulle Chiesa del Sacro Cuore all’Arcipeschieri, di Gesù e Maria delle Trombe e del S.S. Salvatore all’Archimandridato concludendosi quindi davanti allo slargo che ospita la Fontana del Gennaro.

SABATO 27 GIUGNO

Punto di incontro: Piazza Università, davanti al Rettorato.

Ore: 18,30

Costo della passeggiata: adulti euro 12,00, bambini da 0 a 12 anni gratis.

Il prezzo include la degustazione di granita a scelta e brioche all’Ertè Cafè.

La passeggiata sarà effettuata al raggiungimento minimo di 10 partecipanti e con un massimo di 30. La visita, interamente all’esterno e con mascherine obbligatorie, si svolgerà in totale sicurezza.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO E NON OLTRE GIOVEDi’’ 25 GIUGNO tramite mail:emmezetarte@gmail.com o messaggio WhatsApp:3471926035

 

NB: è consigliato un abbigliamento comodo.

 

Per informazioni e prenotazioni scrivere una mail a mtzagone@gmail.com, o mandare un messaggio whatsapp al 347 1926035

 

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento