“I Padri D’Europa: Gaetano Martino. Volt Messina”

Scultura bronzea dedicata a Gaetano Martino in via Consolato del Mare a Messina (foto NuovoSoldo.it)

L’evento di Volt Messina, organizzato per la giornata del 3 luglio alle ore 16, si pone come obiettivo quello di far conoscere alla cittadinanza la figura di Gaetano Martino, oltre a raccontare lo status attuale di Messina e di come una cittĂ  ove l’Europa è nata viva questo particolare momento storico.

Ma chi è Gaetano Martino? Nato il 25 novembre del 1900 a Messina, intraprese la carriera politica all’interno delle file del Partito Liberale Italiano. Durante il suo mandato come Ministro degli Affari Esteri fu il promotore della “Conferenza di Messina”, tenutasi dal 1 al 3 giugno 1955 nelle cittĂ  di Messina e Taormina, a cui parteciparono sei ministri della CECA (comunitĂ  europea del carbone e dell’acciaio) provenienti dai paesi di Italia, Paesi Bassi, Francia, Lussemburgo, Germania e Belgio il cui fine era quello di studiare delle iniziative in grado di far continuare il processo di integrazione europeo nato alla fine della seconda guerra mondiale.

«Siamo tutti ansiosi di estendere sempre piĂą la nostra integrazione… Mi auguro che in questa Conferenza aggiungeremo un’altra pietra alle fondamenta della costruzione europea» afferma Martino in seguito agli inizi dei lavori. Questo fu considerato il primo passo per la realizzazione di una comunitĂ  europea, incentrata sui valori della molteplicitĂ  e sulla diversitĂ .

Ma sarĂ  nella giornata del 25 marzo 1957, a meno di due anni dalla Conferenza di Messina che verranno firmati i trattati di Roma, che, insieme ai trattati di Parigi, costituiscono il momento costitutivo della comunitĂ  Europea.

L’iniziativa è presentata da Alfredo Mangano, coordinatore di Volt Messina e Mariaelena Giacone, responsabile delle Funzioni di SUpporto di Volt Messina. L’iniziativa è costituita da tre parti: nella prima verrĂ  illustrata la vita di Gaetano Martino attraverso l’utilizzo di slides, nella seconda parte verrĂ  fatta una panoramica sulla cittĂ  cercando di capire come il populismo si sia diffuso sul territorio messinese. L’ultima parte sarĂ  dedicata al pubblico ed alle eventuali domande sull’argomento.

Sarà possibile partecipare all’iniziativa online, tramite le pagine Facebook (fb.me/voltmessina) ed Instagram (instagram.com/voltmessina) di Volt Messina.

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento