REVENGE PORN

“L’operazione della polizia postale, che ha sequestrato tre canali Telegram e denunciato gli amministratori, riveste grande importanza nella lotta al fenomeno del Revenge porn e dell’utilizzo di immagini pornografiche a scopo diffamatorio. Si trattava di canali con migliaia di utenti, dove circolavano foto e frasi oscene, in alcuni casi con commenti che incitavano alla pedofilia e alla pedopornografia. Il Movimento 5 Stelle si è battuto per dotare l’Italia di una legge per contrastare tutto questo, ed è al fianco di chi – come la Polizia postale cui va il nostro piĂą sentito ringraziamento – è in prima linea sul fronte del controllo e della repressione”.

 

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento