Coronavirus: la situazione dei contagi in Italia all’1 giugno 2020. 178 i nuovi casi (dato più basso dal 26 febbraio), 60 i deceduti

Vittorio Basaglia (Venezia, 19 agosto 1936 – Pinzano al Tagliamento, 25 febbraio 2005) – “La Peste” 1979 – litografia su carta, cm 21x 27,5

Continua l’impegno del Dipartimento nelle attività di coordinamento di tutte le componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.

In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 1 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 233.197, con un incremento rispetto a ieri di 178 nuovi casi.
Il numero totale di attualmente positivi è di 41.367, con una decrescita di 708 assistiti rispetto a ieri.
Tra gli attualmente positivi, 424 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 11 pazienti rispetto a ieri.
6.099 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 288 pazienti rispetto a ieri.
34.844 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.
Rispetto a ieri i deceduti sono 60 e portano il totale a 33.475. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 158.355, con un incremento di 848 persone rispetto a ieri.

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono:

20.861 in Lombardia;

5.062 in Piemonte;

3.068 in Emilia-Romagna;

1.468 in Veneto;

1.082 in Toscana;

611 in Liguria;

2.894 nel Lazio;

1.327 nelle Marche;

939 in Campania;

1.155 in Puglia;

293 nella Provincia autonoma di Trento;

967 in Sicilia;

266 in Friuli Venezia Giulia;

744 in Abruzzo;

123 nella Provincia autonoma di Bolzano;

31 in Umbria;

161 in Sardegna;

17 in Valle d’Aosta;

135 in Calabria;

135 in Molise;

28 in Basilicata.

 

 

 

 

 

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento