Scuola: venerdì protesta del personale in appalto

Exif_JPEG_420

Dal 31 dicembre stop ai servizi ausiliari in appalto nelle scuole. Una bella notizia per i 16.000 lavoratori in tutta Italia, quasi 200 solo nella provincia di Messina. “Dopo anni di lotta, lo sottolineiamo, una misura importantissima prevista nella legge finanziaria dello scorso anno: basta con gli appalti, i servizi tornano ad essere gestiti direttamente dallo Stato ed i lavoratori assunti, previa procedura concorsuale. Un risultato che fa felici i lavoratori, le scuole al collasso e le casse statali che, con la fine degli appalti portano a casa un bel risparmio. Un po’ meno aziende e Legacoop”, così Vincenzo Capomolla, delegato di SGB Sindacato Generale di Base.

Il punto è che, ad oggi, il bando concorsuale non è ancora stato pubblicato, le aziende che hanno in gestione gli appalti hanno avviato le procedure di licenziamento collettivo e, tra poche settimane, i lavoratori rischiano di trovarsi o disoccupati o con buste paga tagliate”.

Dopo mesi di garanzie e promesse di assunzioni per tutti i lavoratori coinvolti”, continua il rappresentante SGB, “in apposita convocazione al Ministero del lavoro, ci hanno informato di un quadro che puzza di retromarcia e di tagli salariali ed occupazionali: i posti a concorso, 11.263, non sono sufficienti, una marea di lavoratori si ritroveranno contratti part time e salari ridotti a metà, si lavora ad una proroga degli appalti fino a febbraio e da marzo coloro che non saranno stati assunti saranno senza lavoro. Ma che roba è?

SGB ha confermato lo sciopero nazionale del settore, in programma il 6 dicembre, e manifestazioni da subito in tutti i territori.  A Messina già venerdì appuntamento in Prefettura a partire dalle ore 15.

Vogliamo portare a casa il rientro dei servizi nella gestione statale e l’assunzione dei lavoratori: stiamo parlando delle nostre scuole”, conclude. “Invece sentiamo puzza di retromarcia sull’intera operazione, tagli salariali ed occupazionali inaccettabili ed un quadro che ormai sta esasperando tutti. L’appuntamento di venerdì è solo il primo: non ci lasceremo scippare il futuro”.

  1. p. SGB

Sindacato Generale di Base

Vincenzo Capomolla

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento