Taormina, musica e solidarietà con i Carabinieri

di Dominga Carrubba

Sabato 8 giugno, a corollario delle celebrazioni del 205° anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, le strade e il Teatro Antico di Taormina hanno interpretato il rapporto di vicinanza del Carabiniere al cittadino.

La “perla dello Ionio” è stato lo scenario dell’evento culturale “Dal cuore dell’Arma del nostro Sud. Note musicali sotto le stelle”, ideato dal Comandante interregionale Carabinieri “Culqualber”, Generale di Corpo d’Armata, Luigi Robusto, nel segno della solidarietà.

Infatti, il ricavato del concerto – a ingresso libero – è stato devoluto, con la collaborazione della Croce Rossa, all’Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri (O.N.A.O.M.A.C.).

Una serata sold out, che ha visto la partecipazione di autorità militari, civili ed ecclesiastiche, non soltanto siciliane, tra le quali il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e l’Arcivescovo Monsignor Accolla.

Il palco del Teatro è stato caratterizzato in ogni esecuzione dalla “divisa”, espressione di un credo nella condotta quotidiana, orientata alla legalità e al servizio verso gli altri.

Anche la conduzione della serata è stata affidata ad uno dei più noti Carabinieri, Flavio Insinna, in arte il Capitano Anceschi nella fiction Don Matteo.

L’evento e iniziato già dalla mattina con l’Alzabandiera al Teatro Antico, in presenza di scolaresche, quella stessa bandiera collocata in cima ad un tronco illuminato al centro del palco, che rappresenta una parte dell’albero del recente Natale addobbato presso il Comando interregionale Carabinieri “Culqualber”.

Nel corso della mattinata, la Fanfara dell’Arma del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia si è esibita nel centro storico di Taormina.

Mentre il pomeriggio è stato caratterizzato dal primo raduno interprovinciale dell’Associazione Nazionale Carabinieri, che bene ha rappresentato il messaggio della prosecuzione nello svolgimento della propria funzione, seppure in forma diversa, rappresentato dal tronco scelto per la bandiera sulla scena del Teatro.

Infatti, circa 500 partecipanti provenienti dalle sezioni A.N.C. della Sicilia hanno dimostrato che una “divisa” non smette di prestare servizio neppure in pensione, continuando l’impegno civile sotto forma di volontariato, di associazionismo e di solidarietà fra i militari in congedo e quelli in servizio dell’Arma.

Il messaggio del tronco rivitalizzato in altra funzione e missione, verso gli altri e verso il territorio, può definirsi il legame con il palco del Teatro Antico.

Una sfilata capeggiata da due fratellini, figli di Carabiniere, mascotte in divisa, simbolo del percorso di vita affidato ai valori che conservano il Carabiniere anche tolta la divisa di ordinanza, e formano la personalità nel sapere donare – come ricordato da Flavio Insinna- ed essere “artista” – come dichiarato dal Generale Robusto.

Dal cuore dell’Arma del nostro Sud. Note musicali sotto le stelle” ha visto sfilare al primo raduno interprovinciale, le Sezioni A.N.C. nelle province di: Messina (Milazzo, Patti, San Filippo del Mela, San Fratello, Santa Teresa di Riva, Scaletta Zanclea, Taormina, Tusa); Catania (Aci Sant’Antonio, Biancavilla, Grammichele, Guardia Mangano, Santa Venerina, San Gregorio di Catania, Paternò, Viagrande, Zafferana Etnea, Sant’Agata di Battiati); Siracusa (Augusta, Floridia, Francofonte); Palermo (Caccamo, Capaci, Palermo due, Termini Imerese, Villabate), Petrosino, Niscemi.

Da qui, l’inizio del concerto eseguito dalla Fanfara dell’Arma del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia che, dopo l’esecuzione della “Fedelissima”, si è esibita in un programma trasversale, omaggiando le 4000 presenze con arie tratte dalle opere di Verdi e Mascagni, brani della musica popolare siciliana e calabrese e pezzi di jazz.

La Fanfara del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia è stata arricchita con elementi della Banda musicale della Brigata “Aosta”.

Particolarmente coinvolgenti le esibizioni del tenore Alessandro Cassiba, Appuntato scelto, e del soprano Carmen Cassiba, eccezionalmente autorizzata a vestire la “divisa invisibile” di Carabiniere.

Il concerto è stato impreziosito anche dalla partecipazione dell’Orchestra dell’Istituto Comprensivo di Taormina.

La serata si è conclusa con la cerimonia dell’ammainabandiera, accompagnata dalle note della Virgo Fidelis, seguita dall’Inno Nazionale, entrambi intonati dal coro polifonico della Scuola Allievi di Reggio Calabria.

 

 

 

 

 

 

 

 

Social

Related Articles

Commenta

Invia commento