La Top Spin Messina è campione d´italia

La Top Spin Messina batte 4 a 2 l’A4 Verzuolo (CN),  questo per i siciliani è il primo scudetto nella storia societaria. Una vittoria storica che permette di cucirsi lo scudetto tricolore sulle maglie della squadra messinese del presidente Giorgio Quartuccio. Gli eroi della Top sono stati Marco RechDaldosso, JordyPiccolin, Antonino Amato e Damiano Seretti, guidati dal tecnico Wang Hong Liang. 

 

 

 

I fortissimi avversari sono stati l’ucraino YaroslavZhmudenko, Daniele Pinto, Alessandro Baciocchi e Mattia Garello, allenati da Valentino Piacentini.  Il Top Spin Messina, dopo il 3-3 della finale di andata contro la A4 Scotta Tonoli Verzuolo, ha approfittato del fattore campo e si è imposto per 4-2, cucendosi il tricolore sulla maglia. Per i siciliani è il primo scudetto nella storia societaria. Per la A4 Tonoli Scotta del presidente Franco Vincenti è il secondo assalto mancato al titolo dopo quello del 2010 contro Castel Goffredo. Il successo dei siciliani è stato indiscutibile mentre i verzuolesi non hanno ripetuto la brillante prestazione di sabato. Solo l’ucraino Yaroslav Zhmudenko ha vinto i due incontri nei quali è stato impegnato; gli altri hanno perso con punteggi anche piuttosto netti. Nel primo incontro sono scesi in campo Marco Rech Daldosso e Yaroslav Zhmudenko, i due numeri uno. Dopo il 4-4 Zhmudenko ha piazzato un formidabile parziale di 7-0 e si è aggiudicato il primo set per 4-11. Nel secondo ha chiuso sull’ 8-11. Nel terzo ha rifiatato e Rech si è imposto per 11-8, ma nel quarto ha ripreso a macinare il suo gioco: è andato sul 2-8 e poi ha difeso il vantaggio (7-11). Nel secondo incontro si sono affrontati Jordy Piccolin e Alessandro Baciocchi. Il match ha avuto un andamento sconcertante: Baciocchi ha lottato caparbiamente nel primo set (10-12 ai vantaggi) e nel terzo (8-11), ma è scomparso letteralmente nel secondo e nel quarto. Piccolin ne ha approfittato per andare in vantaggio per 8-0 nel primo caso, per 9-0 nel secondo, chiudendo poi agevolmente per 11-4 e 11-1. Nel set decisivo Baciocchi è stato battuto nettamente (11-4). Sul punteggio di 1-1 si sono affrontati Amato e Pinto; il messinese ha dominato il match, aggiudicandosi i tre set a 6, a 8 e a 9. Sul 2-1 è tornato in campo Marco Rech Daldosso per dare il colpo quasi definitivo ai cuneesi. Non ha lasciato scampo a Baciocchi vincendo per 3-0 (11-8, 11-9, 12-10) e ha portato Messina sul 3-1 ad un passo dal successo.

Nel quinto incontro Zhmudenko ha affrontato Amato e lo ha battuto per 3-0 (5-11, 10-12, 5-11) portando il punteggio del match sul 3-2. Il punto dello scudetto è stato ottenuto da Piccolin che ha superato Pinto per 3-1(11-7, 8-11, 13-11, 11-8).

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento