Emirati Arabi Uniti. Foad Aodi (Co-mai): “Visita storica di Papa Francesco. Urge un accordo di reciprocitĂ  con il mondo musulmano”

Co-mai e Cili-Italia: Adesso #SvoltaMusulmana scriviamo una pagina storica con Francesco siamo figli di un unico Dio

Cosi le comunitĂ  del mondo arabo in Italia (Co-mai) e la Confederazione Internazionale laica interreligiosa (Cili-italia) e il Movimento internazionale Uniti per Unire con tutte le relative associazioni e comunitĂ  aderenti manifestano il proprio apprezzamento per la visita storica, coraggiosa,tempestiva e piena di messaggi di dialogo e di speranza di Papa Francesco, la quale si svolge negli Emirati Arabi Uniti dal 03 al 05 febbraio, e in occasione dell’incontro della fraternitĂ  umana che si terrĂ  il 4 febbraio ad Abu Dhabi.

“Siamo orgogliosi e molto soddisfatti di assistere, ancora una volta, ai gesti storici, forti e coraggiosi di Papa Francesco” – commenta il Prof.Foad Aodi, fondatore delle Co-mai, sulla visita negli Emirati Arabi Uniti – il quale “conferma che Papa Francesco oltre ad essere promotore di pace e dialogo interreligioso a livello internazionale è anche l’uomo che sta abbattendo i muri della paura, della diffidenza, dei pregiudizi, della povertĂ , della fame e della disuguaglianza, ancora difficili da combattere, perchĂ© stanno diventando fenomeni cronici, strumentalizzati quasi tutti i giorni dal punto di vista politico, che creano inevitabilmente forti disagi sociali. Si penalizza così la proficua convivenza, il dialogo, la conoscenza interculturale ed inter-religiosa.

Noi siamo vicini a Papa Francesco nella sua missione intrapresa sin dal primo giorno in favore del riformismo e della modernizzazione delle religioni, nel rispettare tutti, sia i conservatori quanto i laici – prosegue Aodi – auspicando che questa visita possa rafforzare il legame tra musulmani e cristiani e tutelare i diritti dei cristiani che lavorano e risiedono da anni negli Emirati Arabi Uniti, per arrivare finalmente ad un processo di reciproco rispetto religioso in tutti in nostri paesi arabi, musulmani e occidentali compresa l’Italia.

Aodi si appella al mondo arabo musulmano, affinchĂ© si unisca e archivi il massacro nello Yemen dove si registrano giornalmente morti di bambini e donne anche per fame, dove manca di tutto, cibo, medicinali e medici, inoltre mettere fine alle divisioni sia politiche quanto religiose che non aiutano nessuno. Bisogna prendere esempio dalla missione di Papa Francesco, per costruire una “svolta musulmana” in favore dell’unitĂ  e del riformismo della religione musulmana, per combattere senza ambiguitĂ  chi utilizza l’Islam per interessi propri o per scopi politici o da chi, addirittura, lo utilizza per scopri terroristici solo per scatenare una Guerra alle religioni ed alla civiltĂ .

Le Co-mai inoltre mettono l’accento sul rispetto dei diritti umani, appoggiando tutte le sfide sociali e aperture a favore delle donne sia nel mondo del lavoro, della sanitĂ , del sociale, dello sport, del calcio e del mondo politico.

Social

Articoli recenti

Un commento a "Emirati Arabi Uniti. Foad Aodi (Co-mai): “Visita storica di Papa Francesco. Urge un accordo di reciprocitĂ  con il mondo musulmano”"

Commenta

Invia commento