Presentazione delle attività della Scuola Sociale di Teatro

 

Si comunica che oggi 31 ottobre presso la libreria Feltrinelli Point di Messina alle ore 18, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del nuovo anno di attività della Scuola Sociale di Teatro diretta dall’attore e regista messinese Daniele Gonciaruk. Durante l’incontro, condotto dal giornalista Marco Bonardelli di Gazzetta del Sud, verrà presentato il programma della scuola ed i docenti che si alterneranno nei vari insegnamenti. Tra questi, Paride Acacia e Carlotta Bolognese seguiranno gli allievi per il corso di Teatro Musicale e Mario Parlagreco per la dizione. Anche quest’anno il percorso didattico verrà arricchito da seminari di prestigiosi docenti, come Luigi Maria Musati, direttore dell’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’amico per 25 anni, che sarà protagonista di un workshop sulla storia del Teatro, e Hal Yamanouchi, grande attore e trainer giapponese, che svolgerà uno stage sul Movimento Rigeneratore, disciplina da lui stesso praticata, molto seguita su tutto il territorio nazionale. Saranno inoltre presenti i maestri Giovanni Anzalone, attore e filosofo lentinese, che istruirà gli allievi su due grandi drammaturghi siciliani: Pirandello e Martoglio; e il maestro Vladimir Doda, attore di origini albanesi che porterà all’interno della scuola la sua esperienza sulla Commedia dell’Arte. Durante l’incontro alla Feltrinelli verrà annunciato anche il progetto del festival shakespeariano di cui la Scuola Sociale e l’Associazione Culturale “Officine Dagoruk” si renderanno promotori e che, ancora una volta, sceglierà come suggestiva location il Forte San Salvatore, luogo storico rappresentativo della città di Messina.SCUOLA SOCIALE DI TEATRO

OFFICINE DAGORUK

                                                                                                                                                                                                                         Emanuele Morabito

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento