Arte, musica e cultura per ridare vita alla Galleria Vittorio Emanuele

Messina – Una Galleria Vittorio Emanuele gremita, di messinesi finalmente vivi e partecipi, ha fatto da sfondo alla prima edizione della “Notte bianca in Galleria”. L’iniziativa promossa dai consiglieri comunali Daniele Zuccarello e Donatella Sindoni con la partecipazione degli esercenti e dell’Associazione culturale Kafka e Comunicarte, ha visto la partecipazione di numerosi artisti per rilanciare un luogo simbolo della nostra cittĂ  e permettere alla Galleria Vittorio Emanuele di tornare ad essere il salotto del centro storico, ad essere spazio per la cultura, per i messinesi e per i turisti e non l’immagine di un luogo, abbandonato al degrado, con saracinesche abbassate e cartelli “affittasi” dislocati ovunque.

La serata condotta da Rosaria Brancato è stata aperta, così come era avvenuto nel 2005 in occasione dell’inaugurazione della Galleria, dagli orchestrali del Teatro Vittorio Emanuele che oggi si ritrovano a non avere un Teatro dove poter suonare. Un contributo è stato dato dagli artisti della Scuola coloristica siciliana che con il patrocinio della Fondazione Salonia hanno realizzato a più mani un grande quadro con una performance dal vivo che sarà donato alla Galleria. La scuola stessa in passato si è resa protagonista del rilancio della Galleria con il gruppo ’90. A dimostrazione che quello che gli artisti giustamente vogliono è solo uno spazio per fare arte e mostrare il frutto del proprio lavoro come ci dice la pittrice Tanija Di Pietro che si unisce alla proposta avanzata da Vittoria Arena di riproporre l’evento, ad esempio la prima domenica di ogni mese.

Foto di una delle pittrici della Scuola coloristica siciliana: Cristina Ravalli

Fonte: il Cittadino di Messina (Cristina D’Arrigo).

 

 

 


Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento