Il prof. Di Bella chiede le dimissioni del ministro Carrozza

 

 A S. E. IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, ON. MARIA CHIARA CARROZZA

Spett.le Ministro,

 

Nel dubbio che Le sia sfuggito, le allego il servizio sul Ch.mo Prof. Angelo Sindoni, fatto dal Secolo XIX il 30 giugno u.s.

 

Non so se è stata Lei a inventare una soluzione che più italica di così non si può o se il tutto è scaturito dal genio di qualcun altro.

 

Prendo atto che in Italia abbiamo gli adorabili bugiardi e chi li protegge.

 

Ribadisco le domande sottoposte alla Sua attenzione  e rimaste senza risposta  con la e-mail del  19 giugno 2013.

 

Deduttivamente Lei, Sig. Ministro, si è assunta  la responsabilità di ritenere normale ciò che normale non è.

 

Aggiungo ciò che è offensivo: la menzogna e la tolleranza verso chi oggettivamente ha favorito la prepotenza mafiosa all’interno delle Istituzioni universitarie.

 

Le chiedo, formalmente, nel mio piccolo, di presentare le dimissioni da Ministro.

 

I fattori morali ed etici e il rispetto della Costituzione sono l’ossatura civile di un Paese e di un popolo.

 

La menzogna è considerata motivo di dimissioni di Ministri e Presidenti di Repubbliche nei Paesi nei quali l’osservanza delle regole è una cosa seria.

 

Allorché chi fa il Ministro consente e tollera, avalla e addirittura suggerisce soluzioni antitetiche all’art. 54 della Costituzione, ha consumato il tradimento in prima persona della Costituzione stessa che pure ha giurato di rispettare e fare rispettare. Se ne vada.

 

Prof. Sen. Saverio Di Bella.

Social

Related Articles

Commenta

Invia commento