Tutto esaurito ogni sera

Grande successo di pubblico al “Taormina Jazz Festival” che si è confermato un appuntamento da non perdere nel panorama degli spettacoli offerti dalla “Città del Centauro”. Nella sei giorni dedicata al jazz, inserita nel cartellone di “Taormina Arte”, non si poteva trovare un posto libero durante i seguitissimi concerti. In tutto l’arco di questa carrellata di jazz sopraffino, sono stati migliaia quanti non hanno voluto perdere nemmeno una nota degli artisti di fama internazionale che si sono esibiti. Sul palco del giardino pubblico cittadino sono saliti in questa estenuante ma piacevole carrellata di artisti: Nello Toscano Quintet “patchwork”; Werner Quartet;  Kurt Elling Trio; Aaron Goldberg “Bienestan” e Davidi Kikoski Trio. La serata conclusiva è stata l’apoteosi di questo programma così ricco ed interessante. In scena il trio di Dino Rubino e Paolo Fresu, come special guest. Applausi a scena aperta hanno tangibilmente manifestato l’entusiasmo del pubblico. I musicisti hanno reso la serata un vero e proprio evento jazzistico confermando il pieno successo di un’edizione che fa ben sperare anche per il futuro della manifestazione. Il pubblico ha saputo apprezzare e premiare quella che da una semplice esibizione live si è trasformata in una “full immersion”  nella musica jazz d’autore.  Rubino, assieme al basso di Paolino Della Porta, alla batteria di Stefano Bagnoli ed alla partecipazione straordinaria del grande Paolo Fresu, con la sua magica tromba, hanno reso questa serata conclusiva del Taormina Jazz Festival, un grande evento. “Sono contento – ha affermato Nino Scandurra, patron dell’iniziativa – della riuscita del cartellone che viene organizzato solo ed esclusivamente per passione ed amore nei confronti del jazz”. La quarta edizione di Taormina Jazz Festival nel 2013.

Social

Articoli recenti

Commenta

Invia commento