Calcio, serie A: domani ancora in campo. Bagarre per la Champions

Massimo campionato di calcio senza un attimo di respiro. Non si sono placati gli echi polemici del posticipo Udinese-Lazio che domani, alle 18, già si torna in campo per l’ultimo turno infrasettimanale della stagione, 36^ e terzultima giornata 2011-2012. Si apre con Chievo-Roma, mentre alle 20.45 si disputa Napoli-Palermo. Poi, mercoledì 2 maggio, tutti in campo alle 20.45, tranne Genoa-Cagliari, in programma alle 15.

Più che per la lotta al vertice e per la retrocessione, l’annata calcistica sembra proprio contraddistinta dalla ”bagarre” per conquistare il terzo posto, ultimo utile per accedere ai preliminari di ‘Champions league’. Ben 4 squadre (Napoli, Udinese, Lazio e Inter) in terza posizione a 55 punti. Un abisso rispetto allo scorso anno quando terzo era il Napoli a 68 punti, quarta la Lazio a 60, quinte Udinese e Roma a 59. Evidentemente i club si sono ”adattati” ad una corsa per soli 3 posti nell’Europa che conta e non hanno adeguatamente rinforzato le squadre. Tant’è vero che il quartetto in gara per la ‘Champions’ accusa forti ritardi rispetto alla passata stagione: 14 punti l’Inter, 13 il Napoli, 5 la Lazio e 4 l’Udinese. La stessa Roma (teoricamente ancora considerata in corsa) lamenta un handicap rispetto al 2010-2011 di 8 punti.

In ogni modo, calendario a parte, saranno 270 minuti di fuoco per le 4 candidate ”terze”. Tenendo conto che queste formazioni viaggiano ad una media punti di 1,57 a partita con una proiezione quindi a 60 punti. Ovviamente non basteranno ma, almeno statisticamente, nessuna dovrebbe essere in grado di fare l’en plein. Ecco allora che torneranno utili classifica avulsa e confronti diretti. Con il Napoli in pole position. Intanto, domani i partenopei affrontano il Palermo, che però non farà sconti. Udinese e Inter viaggiano a Cesena e Parma, mentre la Lazio ospita il Siena: tutte gare sulla carta, ma solo sulla carta, abbordabili per le aspiranti europee.

Non va dimenticata la lotta per lo scudetto ma ormai tutto dipende da ”Conte”: nel senso che mercoledì incontrerà il suo recente passato, quel Lecce che col Genoa si contende l’ultimo posto per rimanere in serie A. Dovesse vincere anche questa gara, le speranze del Milan (che affronta a ‘San Siro’ l’Atalanta) si ridurrebbero al lumicino perchè poi i bianconeri potrebbero anche perdere una delle ultime due partite.

Chiudono il quadro della giornata Genoa-Cagliari, con i grifoni condannati comunque a vincere, Catania-Bologna, gara dai nervi distesi e Fiorentina-Novara, probabilmente l’ultima ”fatica” dei viola. (Adnkronos.it)

Social

Related Articles

Commenta

Invia commento